loghi

Al via la venticinquesima edizione di RocceRosse Blues al Parco dei Suoni di Riola Sardo, domenica 24 luglio, a partire dalle 21, con una serata all’insegna del meglio del blues internazionale affidato alla voce straordinaria di Ruthie Foster, in arrivo direttamente dal Pordenone Blues Festival, dopo essere passata al prestigioso festival di UmbriaJazz.

Sarà lei la star della serata, ribattezzata per l’occasione “Blues coast to coast”: soul/folk girl dotata di una vocalità strepitosa, affinata nelle chiese del profondo Texas, è capace di mandare il pubblico in estasi o di commuoverlo fino alle lacrime, con una sola canzone. Texana di nascita, cresciuta musicalmente nella terra dove soul e gospel si intrecciano con i suoni della tradizione folk, Ruthie Foster è una delle più genuine ed importanti interpreti della nuova musica americana.

Nella sua voce convivono gli echi di Bonnie Raitt ma anche di Ella Fitzgerald e di Aretha Franklin, miti inossidabili delle grandi vocalist Usa, alle quali Foster, grazie alla sua potenza vocale strepitosa viene spesso accostata.

Ma RocceRosse Blues non dimentica i talenti made in Sardinia. E così il primo set, in programma per il 24 luglio è firmato dai Sunsweet Blues Revenge. Band tutta sarda di Oristano cresciuta tra stagni e ferrovie, è artefice di un blues particolare che fonde insieme il sound della prima metà del novecento con le ruvide pennellate acustiche tipiche della formazione.

L’appuntamento del 24 luglio è inserito all’interno delle iniziative organizzate dalla Rete dei Festival che vede insieme, oltre a RocceRosse Blues, Jazz in Sardegna, Dromos ed Abbabula.

L’ufficio stampa
Francesca Ortalli